Home Page - Ass. di Volontariato Porta Aperta ONLUS

Home Obiettivi Informazioni Iniziative Notiziario Link Contattaci

 

 


 

Inviaci suggerimenti/richieste/informazioni

Informazioni

 

 

 

 

 

La rete assistenziale di cure palliative in Lombardia

Ai sensi della legge 38/2010 le cure palliative sono “l’insieme degli interventi diagnostici, terapeutici e assistenziali, rivolti sia alla persona malata sia al suo nucleo famigliare, finalizzati alla cura attiva e totale dei pazienti la cui malattia di base, caratterizzata da un’inarrestabile evoluzione e da una prognosi infausta, non risponde più a trattamenti specifici.”

Le cure palliative sono rivolte a persone affette da una malattia inguaribile, non solo tumorale, in fase evolutiva ed avanzata. Sono perciò assistibili anche i malati che necessitano di cure palliative affetti da malattie respiratorie, cardiologiche, neurologiche, metaboliche, infettive e post-infettive.

Le cure palliative contribuiscono a migliorare la qualità della vita per il malato e la sua famiglia. Si tratta di un complesso di cure multidisciplinari, caratterizzate da interventi sanitari (controllo del dolore e dei sintomi), socio-sanitari, psicologici…, erogate da equipe di operatori appositamente preparati.


Rete assistenziale di cure palliative in Lombardia

La Rete assistenziale per le Cure Palliative è articolata nelle seguenti tipologie:

  • residenziale presso strutture dedicate, cc.dd.“Hospice”;
  • domiciliare presso il domicilio della persona tramite l’assistenza da parte di equipe accreditate per le Cure Palliative Domiciliari;
  • day hospital (day hospice) presso le strutture accreditate per tale livello di assistenza;
  • specialistica ambulatoriale presso le strutture accreditate per tale livello di assistenza.

È possibile accedere al servizio (se ricorrono i presupposti per la sua attivazione) in base alla segnalazione del Medico di famiglia, o del Medico Ospedaliero/RSA, oppure direttamente del paziente/caregiver ad un soggetto erogatore di cure palliative (Hospice o equipe domiciliare accreditata).

Una volta segnalata la necessità di attivare il servizio, il soggetto erogatore prescelto verifica l'appropriatezza della presa in carico del malato e concorda, insieme a lui e al nucleo famigliare, la tipologia ed il set assistenziale più adeguato ai bisogni della persona (hospice, cure domiciliari…), nell’arco di 72 ore.

ELENCO HOSPICE CURE PALLIATIVE - Lombardia

ELENCO SERVIZIO TERRITORIALE CURE PALLIATIVE (STCP) - Lombardia

La rete di volontari di Porta Aperta

La vastità dei problemi connessi alla malattia oncologica grave, con i rilevanti riflessi sull'intera famiglia, ha reso particolarmente importante estendere gli interventi al di là della sfera tecnico-sanitaria.
Perciò l'Associazione dispone di volontari che, dopo opportuna preparazione in corsi specifici, affiancano l'èquipe sanitaria per dare al malato ed ai familiari aiuto morale, psicologico, sociale e spirituale.
I volontari sono persone per le quali la solidarietà è un valore centrale nella vita ed offrono la loro disponibilità a chi è in situazione di difficoltà ed ha bisogno d'aiuto.
I volontari possono svolgere mansioni organizzative, indispensabili per la gestione dell'associazione, o essere impegnati nell'assistenza diretta ai malati per dar loro e alle famiglie quell'aiuto umano e pratico che si affianca alle prestazioni sanitarie.
La medicina tecnologica dei nostri giorni, tende a curare con lo scopo di guarire mentre tende ad abbandonare il malato quando non è più guaribile: a favore dei malati inguaribili è nata la MEDICINA PALLIATIVA, cioè quella medicina che: - è attenzione a tutto quello che si può e si deve fare quando gli altri dicono che non c'è più niente da fare; - è attenzione alla sua vita, quella che rimane, anche brevissima, arricchendo ogni istante di significato; - è capacità di ascoltare, di dare presenza; - è attenzione al sintomo più che alla causa primaria; - è capacità di saper riconoscere i propri limiti, come curanti o accompagnatori, recuperando il senso profondo di medicina come scienza ed arte.
La figura del volontario si inserisce perfettamente in questo contesto, perchè egli può fare ancora molto, assieme all'èquipe curante, soprattutto dal punto di vista della relazione, restituendo ala malato quella dignità di persona che la sua condizione sembra avergli tolto.


L'ASSOCIAZIONE PORTA APERTA GARANTISCE GRATUITAMENTE:

  • Il sostegno pratico e umano da parte dei volontari: persone profondamente motivate e selezionate dallo psicologo.
  • La formazione dei volontari mediante corsi teorico-pratici tenuti da personale qualificato e la loro supervisione costante, durante l' attività domiciliare, da parte di due coordinatrici.
  • La divulgazione della cultura delle cure palliative attraverso iniziative di sensibilizzazione nei comuni in cui opera.
  • La pubblicazione e distribuzione semestrale de "Il Giornalino": periodico d' informazione dell'Associazione.
  • Il trasporto dei malati gravi, in ambulanza, da casa all'ospedale, per esami o cure non eseguibili a domicilio.
  • La disponibilità di uno psicologo per i pazienti seguiti dal Servizio di Oncologia dell'ospedale di Rho, su indicazione del medico oncologo (progetto sperimentale in atta da gennaio 2004).
  • Il sostegno ai famigliari in lutto (Gruppo di auto-mutuo-aiuto "Camminare Insieme" Il gruppo si riunisce ogni giovedì dalle ore 17 alle ore 18,30, in via Cadorna 43/45 a Rho, presso la Sede della Circoscrizione n° 4).
L'Associazione Porta Aperta e l'Unità di Cure Palliative sono attive nei comuni di:
  •  ARESE
  •  CORNAREDO
  •  LAINATE
  •  PERO
  •  POGLIANO MILANESE
  •  PREGNANA MILANESE
  •  RHO
  •  SETTIMO MILANESE
  •  VANZAGO

 

COME CONTATTARCI

Cellulare 350 10 26 631

ASST Rhodense P.O. Passirana: Tel. 02 99 43 04 400
nei giorni di Martedì, Mercoledì e Giovedi dalle ore 15.00 alle 17.00

ASST Rhodense P.O. Rho: Tel. 02 99 43 03 677
Il Mercoledì dalle ore 16.00 alle 18.00

Scarica il pieghevole con le informazioni sulla nostra attività e come contattarci.


 


 

Opuscolo Informativo


"Lo sapevi?" l'opuscolo informativo sulle cure palliative, appena pubblicato, si rivolge direttamente al cittadino con definizioni semplici, accessibili a tutti; tabù da sfatare; certezze da offrire; punti di riferimento; risposte chiare a quelle domande ricorrenti che vengono poste alla Federazione, agli operatori e ai volontari delle nostre Associazioni.

Opuscolo Caregivers

F.A.V.O. e la LILT Sezione Lucchese sostengono la distribuzione del libretto
"Caregivers - Perché nessuno si senta solo: dieci consigli per chi aiuta il paziente oncologico"
Questo libretto, illustrato da Sergio Staino, ha lo scopo di aiutare i caregivers a trovare le giuste motivazioni, gli stimoli adeguati ed una serena consapevolezza dell’importanza del sostegno che si fornisce al malato di tumore. Attraverso l’integrazione tra immagini e parole vengono trasmessi in modo incisivo,chiaro ed immediato dieci essenziali consigli che Domenico Amoroso e Barbara Buralli hanno tratto dalle indicazioni fornite dalla National Family Caregiver Association.


Consiglio direttivo e organi statutari

Presidente Adelia Raimondi - adelia.raimondi@porta-aperta.it
Vicepresidente   Mariella Zanellato
Segretaria  Gigliola Tuveri
Tesoriere        Maria Bambina Berno
Consiglieri Nadia Bellezza
Donatella Cosco
Maria Bambina Berno
Rina Monti
  Gigliola Tuveri
Giovanni Muscas
Revisori dei conti Eugenio Coppi
  Giorgio Olgiati

Leggi lo Statuto     Statuto Associazione PDF       o fai il download dello Statuto Statuto Associazione ZIP

Norme sulla privacy
nel rispetto del Regolamento Europeo 2016/679, in vigore dal 25 maggio 2018

L'Associazione vuole essere una PORTA sempre APERTA nell 'assistenza domiciliare dei malati oncologici gravi e nel sostegno delle loro famiglie.

 

Diamo speranzaNon sei solo:
A te giovane o vecchio o forse bambino, dedico queste parole. Il tuo cammino è segnato e nel tuo volto non più trasparenza di giorni senza sole, di mille cose da fare, ma solo uno stanco sorriso appena accennato di chi, colpito da cancro sa di non poter tornare indietro. Oscuri pensieri di come sarà la tua morte raffreddano il cuore: ma non sei solo. La mia mano stringe la tua così che il tuo cuore possa percepire il mio calore. Con te dividerò paura e sofferenza, camminerò al tuo fianco e col tempo saremo una sola persona. E quando il tuo corpo troverà il riposo non ti dirò addio, con me porterò il tuo ricordo: una nuova speranza perchè il tuo pensiero sarà la mia forza.
(Attilia Villa - settembre 2001)

 
Copyright 2004 Porta Aperta ONLUS - Associazione di Volontariato
Home ObiettiviInformazioniIniziativeNotiziarioLinkContattaci